venerdì 11 maggio 2018

The disaster artist - James Franco (2017)

(Id.)

Visto in aereo, in lingua originale sottotitolato.

La storia "produttiva" di "The room", imbarazzante opera prima dell'inquietante Tommy Wiseau, un wannabe attore e regista che si è autoprodotto la sua pretenziosa e dozzinale opera prima.

Franco (James) prende il libro dell'amico e collaboratore di Wiseau per tirare fuori i retroscena della vicenda, ne prende gli aspetti grotteschi o involontariamente comici, ne esaspera e tic e tira fuori un film comico perfetto, con un personaggio dettagliato anche se non profondo, una plot interessante e un respiro che va oltre al minutaggio grazie all'aura da cult di serie B guadagnato dal film originale.
L'efficacia del film è fuori discussione e Franco (sempre James) tira fuori un'interpretazione adeguata, dalla pronuncia perfetta e dalle movenze caricaturali come lo richiede il tono del film.

Quello che non è chiaro è lo scopo finale. Se è evidente la funzione alimentare di sfruttare il mito di qualcun altro per il proprio film è la chiusura che lascia interdetti. Franco (James) lascia intendere che il film sia incredibilmente divertente, quando invece è una lenta cavalcata nella noia con momenti di estremo imbarazzo; sembra volerci far affezionare a Wiseau, ma lo tratta alla stregua di un ritardato la cui fortuna è quel di aver avuto culo.
Più che un qualunque motivo edificante l'impressione è che il film sia stato fatto per esaltare sé stesso (le scene dei titoli di coda rifatte quasi identiche e affiancate a quelle originali sembrano voler mostrare i muscoli) e dare lavoro al frat pack (ma soprattutto dare la parte del co-protagonista al fratello), magari al di fuori della classica commedia alla Apatow.

4 commenti:

MikiMoz ha detto...

Non so, a me è piaciuto molto.
Ci ho visto un ritratto onesto di una figura che appare indecifrabile... Vero, forse alcune cose sono pretenziose, ma almeno divertenti :)

Moz-

Babol ha detto...

The Room è diventato divertente col tempo, grazie al culto di appassionati che lo ripropone a mo' di Rocky Horror negli spettacoli di mezzanotte. Detto questo, con questo omaggio Wiseau è tornato a lavorare, perlomeno Franco ha fatto del bene XD

Lorenzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lakehurst ha detto...

@MiMoz, sono d'accordo. il divertimento è sicuro e il film è scritto talmente bene che non può non piacere

@babol. Mah, The room è divertente come qualunque film quando lo guardi tra amici bevendo molto con il diachiarato intento di divertirti guardandolo, altrimenti sarebbe solo un film fatto malissimo.
...sul fatto che sia un bene che Wiseau sia tornato a lavorare ce lo dirà la storia