giovedì 1 aprile 2010

8 1/2 - Federico Fellini (1963)

(Id.)

Visto in DVD.

Come già detto non sono un giannizzero di Fellini, non è che ogni inquaratura girata dal "maestro" mi fa andare in sollucchero... eppure questo qui è proprio un capolavoro. Non un bel film, non un grande film, non un film geniale. Di più. E' un capolavoro. Basta.
Cioè, poi la storia è quella nota di un regista in crisi che mischia realtà, immaginazione, ricordi e fantasia; il tutto in maniera abbastanza casuale, tanto che qualche volta è pure difficile capire se sia successo davvero o se lo sia solo immaginato.
Pochi sono i commenti possibili. Il film è un turbinio di idee e di intuizioni visive messe in poesia.
Fellini ci mette del suo con uno stile che finalmente è impeccabile, sempre sospeso e sempre preciso.Poi ci sono le scenografie da sogno, è inutile dirlo, sono perfette e hanno poi fatto scuola; il cast completamente in parte; e il finale panico (in senso letterale), che a me piace sempre, assolutamente non consolatorio ma neppure depresso che da semplicemente il segnale di stop alle fantasie del protagonista.
Un film epico che tutti dovrebbero vedere una volta nella vita.
Si insomma, un capolavoro.

1 commento:

Gegio ha detto...

Visto una sola volta (...colpevole!!!), e me ne sono innamorato subito, come mi capita pochissime volte.

OT: hai partecipato al Torneo degli Oscar, arrivato quasi alla fine. Ho riaperto i questionari "quinquennali", dai quali verranno prese le nomination per la finalissima.
Mettimi tra i preferiti e resta connesso!!!
http://iltorneodeglioscar.blogspot.com/